IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 [Guida] Installazione Ubuntu

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Vegeros
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 156
Età : 31
Localisation : LD
Data d'iscrizione : 05.05.07

MessaggioTitolo: [Guida] Installazione Ubuntu   Mar Mag 15, 2007 2:34 pm

Introduzione ad Ubuntu
Dedicata a tutti coloro i quali hanno intenzione di affacciarsi per la prima volta sull'universo di Linux


Per poter avere un sistema Ubuntu completamente funzionante, la prima cosa da fare è ovviamente scaricare la distribuzione. Ubuntu è disponibile sul sito ufficiale in due versioni, una desktop ed una server, entrambe della dimensione di un solo CD. Per gli scopi di questa guida tratteremo ovviamente l'installazione e l'uso della versione desktop, mentre, per dovere di cronaca, avvertiamo che il sistema server non differisce poi molto (come installazione e gestione) da una classica "Debian Sarge".

L'immagine del CD di installazione della versione desktop deve essere, quindi, scaricato dal sito di Ubuntu (per comodità potete scaricare dal Mirror italiano), scegliendo correttamente il file per la vostra architettura hardware:

* i386: se possedete un computer x86 a 32 bit; in pratica un qualsiasi computer Intel o AMD.
* amd64: se possedete un computer con processore a 64 bit;
* powerpc: se possede un computer apple con processore PowerPC (G3, G4 o G5);

Masterizzare il CD

Terminato il download del file ISO di Ubuntu (potreste impiegarci tra un'ora con un collegamento ADSL a diverse ore con collegamenti più lenti), dovrete masterizzarlo su un CD per poter installare la distribuzione. Per masterizzare un file ISO, non dovete "copiare" il file su CD, ma dovete seguire un'apposita procedura per scrivere il file immagine che esso rappresenta.

Con Nero Burning, il più famoso programma di masterizzazione per Windows, masterizzare l'immagine ISO del CD è molto semplice. Aprite il programma cliccando sull'apposita icona o, come accade con le ultime versioni, semplicemente inserendo il CD vergine nel masterizzatore.

Figura 1: l'interfaccia di Nero Burning

1: Nero Burning

All'interno del programma selezionate, quindi, la voce di menu Masterizzatore e poi Scrivi Immagine, scegliete il file ISO che avete appena scaricato ed infine avviate la scrittura. A seconda della velocità del vostro masterizzatore e del vostro computer, l'operazione di scrittura potrebbe richiedere fino ad un'ora (generalmente 15 minuti). Terminata la scrittura, assicuratevi di apporre un'adeguata etichetta sul CD.

Il CD di Ubuntu ha una triplice funzionalità, contiene alcuni programmi utili per Windows, fornisce un'ambiente Live di Linux (come Knoppix) ed è installabile tramite apposito installer grafico.
L'Open-CD

Figura 2: Windows Open-CD

2: Windows Open-CD

Se siete degli utilizzatori di Windows, vi farà piacere sapere che il CD di installazione di Ubuntu contiene alcuni programmi open source per Windows, questo per rendere meno traumatico il passaggio a Linux e fornire uno strumento per diffondere la cultura open source. Basta inserire il CD nel lettore e dopo pochi secondi si aprirà una finestra che permette di installare i seguenti programmi:

* Mozilla Firefox - Il famoso browser open source;
* Mozilla Thunderbird - Il client di posta perfetto complemento di Firefox;
* Gaim - Il sistema di messaggistica istantanea che permette di parlare con utenti ICQ, MSN, Yahoo e con IRC;
* The Gimp - Il programma di grafica ormai leader su Linux;
* AbiWord - Il leggero e funzionale Word Processor.

L'ambiente Live

Inserendo il CD appena masterizzato, riavviando il computer e selezionando come primo dispositivo di boot il CD, partirà l'avvio dal CD di Ubuntu. Tra le varie opzioni potete avviare un ambiente Linux completamente Live, il cui scopo principale è quello di farvi provare la distribuzione senza dover installare niente sul computer; l'ambiente Live, infatti, si carica completamente in memoria e non va a toccare i dati presenti nell'hard-disk.

Figura 3: Ubuntu Live CD

3: Ubuntu Live CD

Dopo qualche decina di secondi, in cui la schermata di avvio mostra le fasi del caricamento, verrà mostrato l'ambiente Live di Ubuntu. Ubuntu utilizza il famoso ambiente desktop GNOME, che permette di testare tutti i pregi della distribuzione senza installarla sul computer.

Ma l'ambiente Live potrebbe rivelarsi utile anche in altri casi: ad esempio se si bloccasse il sistema operativo, o nel caso si volesse lavorare su un computer "al volo". L'ambiente Live di Ubuntu permette di utilizzare tutti i maggiori applicativi, dalla suite da ufficio OpenOffice.org, al browser Mozilla Firefox, ai più svariati programmi per la multimedialità e la gestione del sistema.


Ultima modifica di il Mar Mag 15, 2007 3:43 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://lineadigitale.forumattivo.com
Vegeros
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 156
Età : 31
Localisation : LD
Data d'iscrizione : 05.05.07

MessaggioTitolo: Re: [Guida] Installazione Ubuntu   Mar Mag 15, 2007 3:41 pm

Ma l'ambiente Live di Ubuntu consente anche di installare la distribuzione, basta, infatti, cliccare sull'icona presente sul desktop chiamata Install per avviarla. Poiché un'installazione è pur sempre un'operazione che richiede un po' di competenza, la si sconsiglia a chi non si dovesse sentire sicuro. Inoltre è necessario fare sempre un backup prima di compiere operazioni di installazione o che in genere vanno a toccare le partizioni di sistema.

Figura 4: l'interfaccia di Ubuntu

4: L'avvio dell'installazione

Partita l'installazione, verrà presentata una finestra in cui è necessario specificare la lingua utilizzata, la quale verrà utilizzata sia per il processo di installazione, sia verrà impostata come lingua predefinita del sistema. Dopo tale schermata verrà chiesto il fuso orario ed il layout della tastiera in uso; le impostazioni sono generalmente pre-impostate correttamente, tuttavia controllatene la correttezza.

Figura 5: Scelta della lingua

5: Scelta della lingua

Si approda, quindi, alla finestra che consente di scegliere il nome utente e la password del sistema che si sta per installare. Il nome utente e la password saranno quelle dell'utente che poi dovrete utilizzare come utente "desktop", cioè come utente di lavoro. Una delle particolarità di Ubuntu è che non viene "abilitato" l'utente root (l'amministratore del sistema), ma viene approntato un sistema per garantire all'utente che state per creare i privilegi di root in condizioni particolari.

Figura 6: Scelta Utente e Password

6: Scelta Utente e Password

Superata anche quella fase, si rende necessario partizionare il disco rigido in modo da "dare spazio" ad Ubuntu accanto al vostro sistema operativo. Se avete solo Windows potete anche scegliere il partizionamento automatico, che ridimensiona ed imposta automaticamente le partizioni per l'installazione di Ubuntu (ricordatevi, se avete Windows, di effettuare un defrag per rendere più agevole il ridimensionamento). Se avete già provato Linux o se avete confidenza con la gestione delle partizioni, procedete pure con il partizionamento manuale.

Figura 7: Partizionamento automatico del disco

7: Partizionamento automatico

Il partizionamento manuale consente, a differenza di quello automatico, di scegliere quali partizioni ridimensionare, quali, eventualmente, eliminare, ma soprattutto consente di creare le partizioni necessarie a Linux secondo le proprie esigenze.

Una qualsiasi distribuzione ha bisogno di una partizione di root (identificata da "/" e da non confondersi con l'utente root), poi ha quasi sempre bisogno di una partizione di Swap, in pratica una partizione di "appoggio" per estendere virtualmente la RAM (la swap può essere omessa se avete più di 512 MB di RAM), e in molti casi è saggio prevedere una partizione separata per la "Home", la cartella in cui vanno a risiedere i file degli utenti, sia quelli di configurazione che quelli personali (che in questo modo sono indipendenti dal sistema).

Un buon compromesso per assegnare lo spazio alle partizioni è circa 10-15 GByte per Linux, da 512 a 1 GByte per la swap e circa 5 GByte per la Home; ovviamente l'impostazione varia da scenario a scenario, ma è bene tenere abbastanza costanti i rapporti tra le dimensioni appena citate.

Figura 8: Partizionamento del disco

8: Partizionamento del disco

Dopo aver operato sulle partizioni a piacimento, il programma di installazione chiederà i mount point da assegnare alle partizioni. Come dicevamo poco fa, è possibile, oltre che assegnare il mount point della partizione di root "/" e della swap, assegnare quello della Home (/home) ed eventualmente quello di partizioni windows presenti (ad esempio come /windows o /media/windows).

Figura 9: Assegnamento mount point

9: Assegnamento mount point

La finestra successiva mostra un riepilogo delle impostazioni e chiede conferma prima di procedere con la configurazione vera e propria. Considerate che fino a questo punto è possibile tornare indietro e modificare a piacimento anche le partizioni; dopo questo punto le modifiche verranno messe in atto e sarà impossibile tornare indietro.

Effettuate sempre un backup prima di compiere questa operazione, poiché un eventuale blocco successivo a questa fase potrebbe farvi perdere i dati del computer.

Figura 10: Conferma operazione

10: Conferma operazione

Dopo la conferma, parte l'installazione vera e propria e, come si suol dire, è un'operazione tutta in discesa, poiché in un tempo variabile tra i dieci ed i trenta minuti, il programma provvederà a configurare le partizioni, a copiare il sistema Ubuntu ed i pacchetti relativi, e a configurare le impostazioni (come la lingua, il bootloader e molto altro). Sebbene questa fase sia molto sicura, si chiede comunque di porre attenzione all'andamento dell'installazione, così che in caso di blocco possiate comprenderne le cause.

Figura 11: L'installazione dei pacchetti

11: L'installazione dei pacchetti

Terminata l'installazione e la configurazione, il programma vi invita a riavviare il computer per iniziare ad utilizzare Ubuntu, oppure continuare ad usare l'ambiente Live (se ad esempio dovete completare delle operazioni) e riavviare quando più vi aggrada.

Figura 12: Riavviare il computer

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://lineadigitale.forumattivo.com
 
[Guida] Installazione Ubuntu
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» guida passo passo per iniziare?
» Trojan Backdoor su file di installazione di Respiquick di Blasio
» NEW SISTRI 29 APRILE 2011: guida e prodecure ripristino e recupero
» La Nuova Guida del Supplente 2010-2011, di Libero Tassella
» Guida alle novità del MUD 2010

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Computer :: Linux-
Andare verso: